Tag

, , , , , , , , , ,

Castello di GoldeggIl Castello di Goldegg si trova su un promontorio sulla sponda settentrionale del lago di Goldegg nel comune di Goldegg a St. Johann im Pongau distretto , nello stato di Salisburgo in Austria, sorge su un precedente castello la cui data di costruzione non è ancora chiara, si sa solo che con l’arrivo dei signori di Goldegg chiamati dal momento che la famiglia Pongau alla fine del XII secolo, perse il primo castello nelle varie guerre locali, i signori di Goldegg insediandosi ne fecero sede come palazzo ministeriale fuori Salisburgo.Castello di Goldegg

Nel 1314 sia Ludovico IV Bayer e Federico I d’Asburgo nelle seguenti dispute per il trono combattute contro Wulfing I alleati di Luigi Goldegg, dopo la battaglia di Mühldorf nel 1322 Federico Salisburgo arcivescovo Federico III durante la battaglia distrusse i castelli di Altenhof e Taxenbach e della vittoria di Luigi Arcivescovo di Salisburgo, i signori di Goldegg ebbero il permesso di costruire il castello.Castello di Goldegg

La costruzione del nuovo castello è stata avviato nel 1323 ed è stato completato simultaneamente con la chiesa. Goldegg fu sede Hofmark e serviva per proteggere la strada che collega Pongau .

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Nel settembre 1400 Haug di Goldegg mori e come l’ultima erede della sua famiglia a sua figlia Dorotea anche se due anni prima la maggior parte del suo patrimonio era stato venduto all’arcivescovo Gregorio Schenk von Osterwitz.Castello di Goldegg

Sua figlia Dorotea ebbe in eredità il castello e le foreste di Goldegg, Hofmark Wagrain e le foreste in Rauris, Dorothea morta nel 1438, il castello passò al loro unico figlio Wolfgang von Freundsberg che però nel 1449 morì senza figli.Castello di Goldegg

A causa di controversie sull’eredità con gli arcivescovi di Salisburgo le truppe dell’Arcivescovo Federico IV, occuparono il castello approfittando che i parenti di Wolfgang tirolesi erano troppo deboli per contrastarlo, gli eredi sono entrati nei loro diritti di proprietà dal duca Sigismondo del Tirolo, noto per i suoi beni e acquisizioni stravaganti, l’arcivescovo però mise un diritto di prelazione.Castello di Goldegg

Il castello è stato gestito successivamente dal capitano Salzburger Pfleger che nel 1463 ha difeso il capitano Ulrich serrando il castello in un assedio di una settimana da una rivolta dei contadini insorti.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Nel 1481 è stato venduto dall’arcivescovo di Salisburgo Bernhard II a Von Rohr, durante la sua guerra contro l’imperatore Federico III, bisognoso di denaro diede il castello a Radstadt, Willhelm Graf perseguitato dai i suoi usurai Konrad Strochner, ma con diritto di riscatto. In quel periodo probabili ci furono alcune modifiche presso il castello, tra cui la finestra ingrandita, fu fortificato e furono aggiunte torri di avvistamento.

SONY DSC

La famiglia Graf aveva già acquisito nel 1370 il titolo nobiliare e il nome della famiglia estinta di Schernberg e Christoph Graf von Schernberg, sposato con Elisabeth, un parente dell’arcivescovo Leonhard von Keutschach , ha difeso il vescovo e la città Radstadt nella Guerra dei contadini nel 1526 con successo.Castello di Goldegg

L’anno successivo riceve arcivescovo Matteo Lang Castello Goldegg con Pfleg e per i suoi servizi, Graf aveva avanzato al vescovo tra gli altri 3000 fiorini per la cassa di guerra. Dopo la ristrutturazione fu iniziata in un castello del XVI secolo, una nuova ala è stata costruita tra le torri, creando così un cortile chiuso. Al secondo piano era Rittersaal con sontuosamente dipinte pannelli, la boiserie medievale anteriore è stato sostituita.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ma nel 1612 dopo la morte del debito Christoph Graf il ragazzo, l’impianto è stato utilizzato come sede del feudo dell’arcivescovo Wolf Dietrich von Raitenau l’armamento vicino Hohenwerfen fu ospitato il barone Dietrich Kuen di Belasy ma a quel tempo, il castello ha cominciò a cadere in degrado finché Dietrich morì nel 1635.Castello di Goldegg

Dal 1859 al 1959 rimane di proprietà dell’arcidiocesi di Salisburgo, il castello fu poi acquistato nel 1973 a causa di una iniziativa del comune di Goldegg, dopo un rinnovamento importante oggi sede del Museo Pongau Heritage , un centro culturale, fondato nel 1982 Associazione Culturale CASTELLO GOLDEGG con sede  dell’accademia di pittura.

SONY DSC

Annunci