Tag

, , , , , , , , ,

Castello di RoscianoIl Castello di Rosciano, chiamato anticamente Russanum, Rescanum, Recsano e Rusciano, si trova nelle frazione Signoria del comune di Torgiano, il castello è un possente edificio in pietra arenaria, austero nelle sue forme rudi ed imponenti, che domina, nascosto tra gli alberi, la valle del Tevere e del Chiascio. Eretto in epoca longobarda su un antichissimo sito etrusco e poi romano.Castello di Rosciano

Nel 1274 il comune di Perugia, iniziò l’erezione del castello di Torgiano per crearsi un avamposto in territorio bettonese, ciò segnò l’inizio di una fase di accesa rivalità tra gli abitanti di Rosciano e Torgiano che portò a scontri armati tra le due comunità nel settembre del 1277.Castello di RoscianoIl castello ebbe il massimo splendore nell’alto medioevo per potenza militare e religiosa e fu dimora nobilissima degli Scifi conti di Sassorosso famiglia di origine imperiale al seguito di Federico II, a cui l’imperatore concesse il castello quale feudo. In seguito passò ai Tancredi, ai Signorelli, ai Graziani, ai Baglioni, agli Ansidei per poi divenire possedimento dello Stato della Chiesa.Castello di RoscianoLa prima notizia storica della località risale al 18 febbraio 1038 quando Corrado II, re di Germania e imperatore, confermò i beni al monastero tifernate del Santo Sepolcro: tra le proprietà elencate vi era anche la chiesa di Sant’Angelo in loco Rusciano, nel territorio di Assisi.Castello di Rosciano

Nel 1266 il corpo di san Crispolto fu trasferito dalla badia di Passaggio di Bettona all’interno di Rosciano.

Nel 1274 il comune di Perugia, iniziò l’erezione del castello di Torgiano per crearsi un avamposto in territorio bettonese, ciò segnò l’inizio di una fase di accesa rivalità tra gli abitanti di Rosciano e Torgiano che portò a scontri armati tra le due comunità nel settembre del 1277.Castello di Rosciano

Nel 1378 Urbano VI confermò per 20 anni la diretta giurisdizione di Perugia su Rosciano. Tello, signore del castello, rifiutò questa sottomissione, e nel 1383 si consegnò a Guglielmo di Carlo Fiumi, gonfaloniere di Assisi, papa Bonifacio IX successore di Urbano VI concesse il castello a Tello.Castello di Rosciano

Nel 1384 fu preso dai perugini che lo distrussero fino alle fondamentacompletamente in rovina dopo alterne vicende, oggi sta tornando al suo antico splendore. Il palazzo principale del castello ospita splendidi saloni restaurati che portano i nomi dei personaggi che hanno influenzato le sorti di Rosciano, mentre il monastero benedettino, davanti al palazzo, accoglie le camere, ciascuna caratterizzata da un colore diverso.Castello di Rosciano

Le sale prestigiose, riscaldate in inverno anche grazie a grandi camini di pietra, e d’estate, nel fresco delle spesse mura, possono ospitare fino a 300 persone in occasione di rievocazioni storiche, matrimoni o conferenze. Il susseguirsi di archi e bifore rende questi spazi particolarmente evocativi e crea un’atmosfera fatata nelle serate di festa, illuminate da fiaccole e candelabri.Castello di Rosciano