Tag

, , ,

Castello di KrkIl Castello di Krk e uno dei più importanti testimoni storici della popolazione di Krk.  Oggi si parte alla visita del castello da tranquilla e spaziosa Piazza Kamplin: percorrendo autentici passaggi di pietra chi ci sono da novecento anni e che sono parzialmente restaurati e trasformati in spazi espositivi e parzialmente lasciati alla stratificazione, così ogni epoca e ogni generazione ci poteva lasciare la sua firma. Castello di KrkOggi l’intero edificio può essere visto camminando sulle mura, visitando i piani delle tre torri e osservando lo spazioso interno del castello.
Il castello dei Frankopan fu costruito dalla famiglia nobile dei Frankopan durante un lungo periodo tra il dodicesimo e quindicesimo secolo con lo scopo di difesa della città, così che le sue mura potrebbero proteggere sia soldati sia i cittadini in caso dell’attacco.Castello di Krk

A nord-ovest del castello a posto della quarta torre angolare, accanto ai tre esistenti, si trova il cosiddetto “mašikul”, posto di guardia che era coperto e recintato, pero non era una vera torre. Castello di KrkQuesto e l’argomento al presupposto che l’intero castello fu costruito in modo che le mura furono aggiornate alle due esistenti torri (la Torre Quadrata e la Torre Austriaca) che poi furono utilizzate come punti d’angolo, usando la loro posizione favorevole rivolta verso il mare e verso la città.Castello di KrkMensole di pietra che troviamo lungo le mura testimoniano che, con l’aiuto delle travi di legno e materiali di pietra e mattoni, sia le mura sia le torri furono utilizzate per il pattugliamento. Sulle mura del sud si vedono i buchi delle scappatoie che avevano i coperchi per proteggere gli arcieri.Castello di KrkAll’interno della torre c’e lo spazio grande e scoperto, dove i soldati e i cittadini potevano rifugiarsi in caso di pericolo. Serbatoio d’acqua, cosiddetta “šterna” assicurava l’acqua potabile, e due uscite, a sud e a ovest erano utilizzate per la fornitura. Castello di KrkNei buchi delle Mura del nord, cioè nelle nicchie dei cannoni ora sono esposti i seguenti: nella prima si trova la misura per grano (che era utilizzata sia per la vendita sia per la tassazione) e nella seconda la più antica notazione romana sull’isola di Veglia che parla dell’espansione delle mura e così testimonia all’esistenza  della città tra gli anni  50 e 30 a.C. Castello di KrkNei buchi delle mura meridionali c’e l’esposizione dei cippi, lapidi Liburni.
Il modo in cui il castello dei Frankopan era abilmente incorporato nelle mura romane ancora oggi suscita ammirazione degli storici. Sul lato orientale si vede l’uscita verso le vecchie mura, e anche le antiche torri erano usate in modo pratico nello scopo di fortificare questa costruzione militare e di difesa.Castello di KrkOggi il castello dei Frankopan nella città di Veglia e uno dei più importanti monumenti della famiglia Frankopan, una delle famiglie più potenti nella storia della Croazia tra il dodicesimo e diciassettesimo secolo, ed e una fonte molto importante per l’interpretazione della storia urbana e militare della città, pero nello stesso momento e anche un luogo magico per i visitatori che cercano il come e perché e successo quello che ci ha reso come siamo, e come possiamo diventare.Castello di Krk

Annunci