Tag

, , , , , ,

Castello di CordovaroIl Castello medievale di Cordovado, poco lontano dalla città di Pordenone, è noto come uno dei borghi più belli d’Italia. Il Castello, situato probabilmente vicino ad un “castelliere” preistorico e ad un successivo insediamento romano a guardia della via Augusta, fu eretto intorno all’XI secolo per difendere il territorio dalle scorrerie degli Ungari.IMG_0430

Fu da sempre possedimento dei vescovi di Concordia (tanto da diventarne residenza estiva e sede sussidiaria), che lo governarono tramite un gastaldo, carica questa attribuita alla famiglia dei Ridolfi che aveva il compito di risiedervi stabilmente, di custodirlo, di difenderlo, di amministrarlo e amministrarvi la giustizia (venne concessa alla comunità ampia autonomia, come la giurisdizione penale e lo Statuto del 1337).Castello di Cordovaro

Tutto il complesso fortificato subì nel 1387 l’assedio delle truppe carraresi e nel 1412 quello delle truppe veneziane contro gli Ungheresi asseragliatevi. Nel 1420 passò alla Repubblica di Venezia, che confermò al Vescovo il diritto di possesso e la giurisdizione su Cordovado, che fu elevato a rango di marchesato, seguì poi tutte le vicende dei Comuni della Patria del Friuli fino all’unione al Regno d’Italia nel 1866.Castello di Cordovaro

L’attuale area fortificata è il risultato di modifiche e stratificazioni che si sono succedute nel tempo, quelle più significative tra Sei e Ottocento, la cerchia esterna di mura, con terrapieno, fossato, due torri portaie ancor oggi presenti, nel basso medioevo racchiudeva uno spazio interno costituito dal castello vescovile, a sua volta munito di mura e fossato con ponte levatoio, mastio e altri edifici, accanto sorgeva il borgo.

Della struttura originaria del castello rimangono le due torri e parte delle mura di cinta,
conservano ancor oggi tutto il fascino dei secoli passati.Castello di Cordovaro

Le sue mura medievali, magnificamente conservate, racchiudono molti edifici storici, tra i quali spicca il palazzo Piccolomini Freschi, villa risalente alla fine del 1500 e costruita sul modello degli antichi palazzi veneziani.Castello di Cordovaro

L’ultima descrizione a noi giunta del Castello appartenuto ai vescovi di Concordia risale al 1856, poco prima del suo abbattimento definitivo. Lungo il tratto delle mura sud-orientali si notano i resti del fossato e le case costruite all’interno del recinto nel XIX secolo.

Castello di Cordovaro

La favorevole posizione geografica della fortificazione, posta in prossimità di un guado su un ramo del fiume Tagliamento (da cui il toponimo “corte vedi”), gli fece assumere nel tempo notevole importanza, tanto da diventare residenza estiva e sede sussidiaria dei vescovi di Concordia.

Nel XVI secolo, dopo i crolli causati dal violento terremoto del 1511, fu edificato l’attuale palazzo sulle fondamenta dell’antico maniero.Castello di Cordovaro

Dei bellissimi giardini storici dell’ottocentesco, con piante antiche e percorsi segreti, circondano il Castello di Cordovado. Nel borgo, poco distante dalla villa, si trovano ancora le abitazioni contadine e artigiane e una deliziosa cappella dedicata a San Girolamo, che conserva un affresco attribuito alla scuola di Giotto.Castello di Cordovaro

Il Castello di Cordovado e i suoi giardini storici sono aperti ai visitatori e ospitano tutto l’anno eventi e manifestazioni, grazie al pregevole castello, la località di Cordovado ha ottenuto il riconoscimento di uno dei borghi più belli d’Italia”.Castello di Cordovaro

Annunci