Tag

, , , , , , , , , ,

Castello d'EssaloisIl Castello d’Essalois è un castello medievale del XIV secolo restaurato nella città di Chambles nel dipartimento della Loira della Francia, si affaccia su un tratto arginato della Loira, Lago Grangent.

Sorge il castello è stato il punto di forza strategico naturale abitata dall’uomo da tempo immemorabile. Castello d'EssaloisLa grande oppidum gallico (occupata dai Ségusiaves da 170BC a 25BC) per 500 metri lungo dietro il castello in una stanza conosciuto come “il palazzo”. I resti delle mura oppidum sono sepolti dalla ginestra. Reperti di anfore e monete durante gli scavi archeologici effettuati i dall’esistenza di Preynat rivelato significativo commercio di vino l’anno con l’Italia, prima dell’occupazione romana.Castello d'Essalois

Il documento più antico di menzionare il castello sono del XIV secolo. Puy (collina) di Essalois è citato nelle carte dal 1337 in poi, di nome variamente deysaluym Podio, Mons deysaluym e Suc du Pré.

Nel 1378, Arthaud Villedieu ha reso omaggio al Conte di Forez per la casa e la torre di Essalois qui ha supervisionato la Loira.Castello d'Essalois

Nel 1464, la torre di Essalois apparteneva al Beraud che la costruì, il castello come appare attualmente è principalmente costruito nel 1580 da Leonardo Bertrand, Signore e Padrone di Essalois di acqua e foreste in Montbrison. Nel 1590, il castello fu saccheggiato dalle truppe della Lega cattolica comandate da Honoré d’Urfé.Castello d'Essalois
La signoria qui incluso Chambles, Périgneux, Saint-Marcellin e Saint-Rambert Passed nel XVII secolo ai signori di Sury-le-Comtal, dai cespugli, e attraverso ‘em alla famiglia Sourdis.
Nel 1671, Caterina d’Entraigues, vedova di Pierre Sourdis, ha venduto la signoria ai monaci camaldolesi di Val Gesù. Il camaldolese tenuto al castello nel 1798.Castello d'Essalois
Nel XVIII secolo, la tenuta è stata venduta come bene nazionale a Pierre Théollière di Réardière, e passò poi successivamente a più proprietari. Comprendeva Poi il vecchio castello, costituito da due torri, un fienile, fabbricati agricoli e stabile, circondato da legno, boschi, prati, rocce e di erica, con circa 718 piccole aziende agricole. Castello d'EssaloisQuesto inventario del 1791 e studiare il piano del rogito Rende distinguere sia negli edifici di almeno due parti, delle più antiche qui est Ovviamente il mezzo comprenant del sud le due torri rotonde.Castello d'Essalois

Le rovine del castello in cui si trovava fu acquistata Recensioni verso la fine del XIX secolo da Hippolyte Sauzéa, un mercante di Saint-Étienne che lo restaurò e lo lasciò in eredità ai Hospices de Saint Etienne. Le facciate est e ovest portano Segni evidenti (giunti verticali, da muratura Sostituito) qui rendono fattibile per distinguere le due campagne di restauro. Castello d'EssaloisLe opere in muratura carie i tratti distintivi del XIX secolo. Sulla facciata occidentale è lo stemma di Hippolyte Sauzéa.Castello d'Essalois

Nel 1976, l’Associazione comune di gestione della valle della Loira (sette comuni Grangent che costeggia il lago) e il dipartimento della Loira Acquisita Château d’Essalois. Dal 1983, il restauro ha proseguito sotto la guida di Gilles Michélou, con il supporto del Sig Lazar, architetto di edifici in Francia.Castello d'EssaloisIl castello, per dimensione e posizione occupa uno dei punto di forza delle gole della Loira la sua torre offre una splendida vista sul paesaggio, Grangent compreso il lago e il castello di Grangent di sotto.Castello d'Essalois

Annunci