Tag

, , , , , , , , , , , , ,


IMG_1746Il Castello di Sant Esteve de Mar è un castello in rovina situato in cima a una scogliera nel comune di Palamos, a Lower Emporda, tra la spiaggia Fosca e di Cala S’Alguer, la strutura più importante rimasta la base di una torre e alcune pareti, attualmente circondato da una recinzione metallica che impedisce l’accesso ai visitatori, vi si accede da una strada dalla spiaggia Fosca.Castell_de_Sant_Esteve_de_Mar

La prima volta che in un documento si parla di Palamos è nel 1277 quando il re Pietro III di Aragona entrò in possesso del castello di Sant Esteve e si cita il Port Rial de Palamos. Nel 1279 lo stesso re Pietro concesse la cosiddetta Carta Puebla che assegnò a Palamos il titolo di Villa con il relativo statuto.IMG_1747

Per la sua posizione il paese fu spesso attaccato e si provvide a fortificarlo dotandolo di cinta muraria, fossati, fortezza e baluardi. Ciò non impedì nel 1543 al famoso corsaro saraceno Car ed Dihn detto Barbarossa di saccheggiare la città. IMG_1758L’avvenimento fu talmente disastroso da far sì che lo stesso papa emanò una bolla finalizzata a far rientrare il popolo nella città e a riedificarla.IMG_1750

A est il resto di una torre rettangolare basso, scavato in parte alla roccia naturale fino all’inizio di un ciclo, un po ‘più indietro è una parete inclinata di circa 5 metri a nord del quale si trova una torre rettangolare e est ma resta all’altezza della parete.IMG_1762

A mezzogiorno c’è un altro dispositivo con grandi pietre che forse più tardi. Accanto alla casa sono i resti di una funzionalità pari.L’ingresso alla zona fortificata è stata deturpata dalla casa, ora demolito, che Rose appoggiato sul vecchio edificio.IMG_1759

Il castello fu costruito su una villaromana, che, a sua volta, è stato probabilmente costruito su un insediamento iberico. I primi documenti che citano la data dal XIII secolo,quando Arnau sano Bruguera, primo sindaco di Palamos, la acquistò nel 1277 di Girona, in nome del re Pietro il Grande; apparteneva alla parrocchia di Santa Eugenia de Vila-romana. L’obiettivo era quello di fondare la città e Port Royal, costituendo così la fonte di Palamos.IMG_1764

Durante il Medioevo hanno diversi signori  feudali: Simon Geronella, Cornella James Bernat Pallares (Barcelona), suo figlio Pedro Pallares e infine Berenguer de Cruïlles, importante signore feudale di Emporda, che ha comprato un il precedente proprietario per 20.000 monete d’argento.IMG_1765

Durante Remença fu quasi demolito nella sua interezza, ed è successivamente stato abbandonato fino a quando nel XVI-XVII è stato trasformato in una casa colonica.IMG_1767

 

 

Annunci