Tag

, , , , , , , , , ,

Castello di Strozzavolpe

La storia del Castello di Strozzavolpe o legata a quella di Poggibonsi situato in una piana poco lontana, precisamente sulla Cassia, il maniero venne costruito nel 1154, ma entrando nel dettaglio ricordiamo che il castello del piccolo feudo era appartenuto a nobili famiglie famiglia  come gli Alberti, i Salimbeni, gli Adimari, i Ricciardi come Parte della serie di fortificazioni che proteggevano Poggibonsi.

Castello di StrozzavolpeNel XVI secolo, finite le guerre per il predominio di Firenze su Siena,  è stato trasformato in una casa patrizia.

Il castello conserva ancora il perimetro irregolare delle mura medievali con l’accesso tramite una torre, l’antico cassero, il cui aspetto attuale è però frutto di una ricostruzione ottocentesca.

Castello di Strozzavolpe

Posizionato sulla cima di una collina immerso tra boschi e vigne della campagna senese, il Castello di Strozzavolpe a cui si accede attraverso un ponte levatoio e da una porta che passa sotto un’alta torre merlata, ospita nei suoi saloni una bella collezione di armi antiche visitabile su richiesta.

Castello di StrozzavolpeLa costruzione merlata e turrita nel suo insieme è molto scenografica, ma la sua perfezione è andata a scapito della sua originalità, essendo stato nei secoli rimaneggiato in più parti.

Elemento di spicco del complesso è la torre medievale circondata da appartamenti attrezzati per uso turistico, quasi a formare una sorta di moderna fortezza.

Castello di StrozzavolpeDi fronte alla torre si trova ancora la bella Chiesa Romanica di San Martino a Luco.

Sembra che il nome di Strozzavolpe derivi dall’antica leggenda che racconta di una volpe ferocissima, quasi diabolica, che avrebbe ostacolato la costruzione del castello finché, catturata, dopo un lunga caccia piena di trappole e colpi di scena, non fu impiccata.

Castello di StrozzavolpeIl mago del castello però profetizzò che il castello sarebbe durato “quanto il corpo della volpe” e il furbo castellano fece imbalsamare e poi riempire la carcassa con oro colato per garantire al castello un’esistenza lunghissima.

Un altra leggenda racconta di singhiozzi o sospiri che si sentono di notte nei pressi della “camera rossa” dove la moglie del castellano ed il suo amante furono murati vivi.

Castello di Strozzavolpe

Annunci