Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , ,

 

Castello di Tures

Il Castello di Tures è un castello medievale che sorge presso Campo Tures, nella Val di Tures, una perpendicolare della Val Pusteria.

Il castello si erge su un promontorio che forma una chiusa naturale, chiamata Klapf, la quale dà geograficamente inizio alla Valle Aurina, mentre la località Drittelsand, posta a settentrione del castello, appartiene ancora al comune di Campo Tures.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Castello di Tures è uno dei castelli più belli e più grandi di tutta l’area tirolese e troneggia sopra Campo Tures nella Val di Tures ed Aurina, in una posizione dominante fiancheggiato dall’imponente panorama delle vette dolomitiche. Già i Baroni di Taufers erano proprietari del castello i quali vennero nominati per la prima volta attorno il 1136.

Castello di Tures

Mastio e dongione, la torre abitabile con le doppie finestre ad arco e la cappella del castello in stile romanico invece risalgono al primo periodo di costruzione nel XIII secolo. Complicati portoni, i ponti levatoi ed anche il granaio vennero aggiunti nel 1500.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Originariamente di proprietà dei Signori di Taufers, i nobiliari e dinasti, nonché dal 1215 ministeriali della chiesa vescovile di Bressanone che lo eressero nel primissimo Duecento, quando però nel 1340 la famiglia Tures si estinse il castello passò nelle mani di diversi proprietari e nel corso del tempo iniziò a cadere in abbandono.

Castello di Tures

Dopo una fase di decadenza, il castello è stato rimesso in sesto nel secondo dopoguerra dall’abate benedettino Hieronymus Gassner, originario di Ybbsitz nella Bassa Austria.

fu trasformato in abitazione residenziale nel XV-XVI secolo, all’inizio del XX secolo Ludwig Lobmayr restaurò il castello.

Castello di Tures

Nel 1945 invece Hieronymus Gassner, procuratore generale dell’ordine dei benedettini austriaci a Roma, restauró nuovamente Castel Tures. Per questa ragione il castello è composto da elementi di diversi stili architettonici: una parte romanica, originaria del periodo dei Baroni di Taufers ed una sezione gotica risalente al tempo dei Vescovi di Bressanone

Castello di Tures

Dal 1977 il Castello è stato acquistato dall’Südtiroler Burgeninstitut (“Istituto sudtirolese per il mantenimento dei castelli”). E oggi infatti esso è uno dei più interessanti castelli medioevali della provincia autonoma di Bolzano. In tutto sono presenti 64 stanze, circa 24 delle quali sono interamente in legno. Nella cappella ci sono affreschi della scuola di Michael Pacher. Interessanti sono anche l’armeria, la biblioteca, la stanza dei principi (la Fürstenzimmer) e la sala delle udienze. Nei sotterranei c’è il carcere. Ben un terzo dell’intera struttura oggi é accessibile al pubblico.

Castello di Tures

Il particolare carattere abitativo di Castel Tures e la rocca dinastiale, ogni anno attirano oltre 70.000 di visitatori. L’armeria colpisce soprattutto i bambini, mentre chi ama l’arte si fan rapire piuttosto dagli affreschi di Pacher. Inoltre il castello offre una taverna, ideale per una sosta dopo una visita al castello.

Il castello è visitabile in giorni prestabiliti e ospita di volta in volta mostre e concerti.

Castello di Tures 

 

 

Annunci