Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , ,

Castello dell'Innominato

Il castello dell’Innominato posto nel punto più alto della frazione di Somasca, su un’altura naturale, si trova un antico complesso di fortezza risalente a tempi antichissimi che domina tutta l’area di Vercurago e del lago di Lecco.

Castello dell'Innominato

Le prime notizie storiche giunteci riguardo a questo castello risalgono al XIV secolo quando lo sappiamo essere proprietà dei Visconti anche se con tutta probabilità esso venne ricostruito a partire da fortificazioni precedenti risalenti all’epoca carolingia, di cui si ha ampia testimonianza nel torrione centrale (ove attualmente si trova una cappella dedicata a san Girolamo, costruita nel 1902 recuperando parti dell’antico castello).

Castello dell'Innominato

La fortezza è oggi conosciuta meglio col nome di “Castello dell’Innominato” in quanto la tradizione vuole che questa struttura fosse stata una delle residenze di Francesco Bernardino Visconti al quale Alessandro Manzoni si ispirò ne I Promessi Sposi per la creazione della figura dell’Innominato.

Castello dell'Innominato

Il complesso, oggi perlopiù ridotto a un rudere, era stato con tutta probabilità eretto nell’ambito delle fortificazioni che il paese subì durante gli anni degli scontri tra il Ducato di Milano e la Serenissima, ma sappiamo che già al tempo di San Girolamo Emiliani esso aveva perso gran parte della propria

importanza strategica se lo stesso santo poté utilizzarne alcune parti per accogliere i suoi orfanelli e stabilirvi delle strutture create dalla congregazione.

Castello dell'Innominato

La struttura venne in gran parte smantellata nel 1509 ad opera delle truppe francesi e la popolazione locale se ne servì successivamente al fine di ricavarvi del materiale da costruzione, fatto che ha pesantemente alterato il complesso nei secoli.

Castello dell'Innominato

Si conservano ancora intatti il muro perimetrale, parte dei bastioni difensivi e alcune torri, mentre gli spazi coperti e le cappelle presenti sulla sommità sono state in gran parte ricostruite in tempi successivi.

Castello dell'Innominato

Parte delle mura originarie sono state danneggiate da cannonate sparate dagli austro-russi contro i francesi qui asserragliati nell’ambito della riconquista di Lecco nel 1799. Originale è anche la lunga scalinata per giungere al castello, direttamente scavata nella roccia.

Nel territorio del castello si trova la cappella di Sant’Ambrogio.

Castello dell'Innominato

Annunci