Tag

, , , , , , , , , ,

Castello Di Bourtzi

Il Castello Di Bourtzi dai veneziani, o il Mpourtzi  o “Thalassopyrgos” durante la guerra del 1821 , è una piccola isola di fronte al porto di Nauplia , proprio di fronte alla postazione epaktio di “Five – fratello”, interamente coperte dal vecchio veneziano fortezza a che deve il suo nome.

Castello Di Bourtzi

Un piccolo castello tra le braccia di Nafplio. Segnale e simbolo.
Durante l’occupazione veneziana (1389-1540) e anche nel 1473 l’ingegnere Antonio Gambello è stato incaricato dalla Intendente città Pasqualigo, fortificata dell’isola.

Castello Di Bourtzi

Questa fortezza fu costruita dai Veneziani dopo la partenza di Mahmud Pasha nel 1473 , dotandola di nuove armi . Il 1502 che modifica le fortificazioni veneziane lato SW di Acronauplia un indipendente bastione , bastioni (“Five Brothers”), lo legava con un braccio artificiale da massi a cui sono fissati la catena che ha raggiunto fino Mpoyrtzi per la profilassi del porto e della città. Da qui il nome “catena Port”.

Castello Di Bourtzi

Dopo il trattato di Karlovic ( 1698 ), i veneziani eressero sulle torri potenti isolotto e bastioni con cannoni creando la famosa fortezza che domina oggi l’ingresso del porto di Nafplio.

Castello Di Bourtzi

Durante la rivoluzione greca del 1821 Mpoyrtzi occupato nel 1822 da 50 uomini armati e 150 “Spara” (cannonieri), che è stato condotto da Hastings , Anerman , Haneke e Dimitrios Kallergis erano sotto la guida del colonnello francese F. Gkiournten che kanoniovolouse Nafplion da Mpoyrtzi ed è riuscito a sventare le dotazione “bootleg” di turchi assediati dalla nave inglese.

Castello Di Bourtzi

Immediatamente successivo decennio nella sanguinosa ostilità civile greca (1823 – 1833), ha costretto due volte l’allora governo a ricorrere a Mpourtzi per la sua sicurezza sulla 25 maggio del 1824 e il 2 luglio del 1827 .

Dopo l’avvento di re Giorgio I e dal suo comando, nel 1865 Mpoyrtzi disarmato e divenne residenza del boia ghigliottina .

Castello Di Bourtzi

L’area era in precedenza occupata dalla Cappella di San Costantino, purtroppo demolita durante i lavori di costruzione.

Il castello fu successivamente usato da Miaoulis durante il conflitto civile con Kapodistrias, e poi dalla marina tedesca durante la Seconda Guerra Mondiale. Dopo la guerra, il castello divenne un deposito per munizioni e infine venne dichiarato sito archeologico.

Castello Di Bourtzi

Oggi l’isolotto disabitato può essere raggiunto in barca o a nuoto.

Annunci