Tag

, , , , , , , ,

Fortezza di Rethimno

La Fortezza  di Rethimno è una fortezza veneziana e situata nella cittadella della città di Rethymno a Creta , Grecia.

La fortezza sulla collina di Palaikastro pressi della città vecchia di Rethymnon ed è uno dei più grandi castelli dei veneziani. Su questa collina è stata costruita sull’acropoli dell’antica Rithimna e il Tempio di Artemide Rokkaias, non salvato. La magnifica fortezza pentagonale è stato costruito nel 1573 ed ha una circonferenza di 1300 metri.

Fortezza di Rethimno

Lungo la parete ci sono quattro bastioni (S. Luca, S. Elia, St. Paul, San Nicola), che serviva la difesa del nemico. Il forte è così grande che potrebbe diventare un rifugio per tutta la città. All’interno ci sono caserme, una chiesa, un ospedale e magazzini. L’ingresso principale si trova tra le mura di San Nicola e di San Nicola, al punto che l’accesso alla città era più facile. Il portale è una grande galleria che permetteva il facile passaggio dei carri e armi. Accanto all’ingresso, c’è l’armeria, che è un grande edificio a due piani con archi negli interni, che oggi ospita eventi culturali e mostre.

Fortezza di Rethimno

Nel secolo XVI la presenza fortezza pentagonale si fece minacciosa e si provvedeva alla costruzione di mura di cinta disegnate dall’architetto Michele Sanmicheli. L’opera non valse a impedire saccheggi successivi di pirati saraceni . Nel 1571 Rethymno fu data alle fiamme. In conseguenza di questi nefasti eventi i Veneziani provvedevano ad ampliare il vecchio castello che sorgeva sul promontorio. La fortezza era destinata ad accogliere l’ amministrazione ed il presidio militare. Contemporaneamente la città acquisiva uno stile italiano. Fu costruita la piazza centrale, il corso, la loggia.

Fortezza di Rethimno
Il 29 settembre 1646 le truppe di pascià Hussein la cinsero d’assedio costringendola alla resa il 13 novembre 1646. Gli Ottomani vi rimasero fino al 1897, anno in cui Creta fu costituita a stato autonomo sotto la giurisdizione formale della Sublime porta. I nuovi invasori alterarono alquanto il carattere rinascimentale di Rethymno: le chiese furono trasformate in moschee, si elevarono minareti, le antiche case dei patrizi veneziani furono adattate al gusto dei nuovi padroni.

Fortezza di Rethimno

Durante il periodo ottomano, la maggior parte dello spazio all’interno della fortezza è stata regolata, e le ultime case sono state demolite solo nel 1960. Ripristino su larga scala di lavoro è in corso fin dai primi anni 1990.

Marciando al bastione di S. Elia, vedrete uno dei tanti bacini della fortezza, e le Erofilis teatro che ospita eventi ogni estate. Ci sono due barili di polvere in luoghi ben protetti.

Fortezza di Rethimno

Circa al centro della fortezza, si trova la moschea di Ibrahim Khan, che in origine era un cristiano.Si trova anche vicino alla moderna chiesa di Santa Caterina. Inoltre, ci sono alcuni resti della residenza del governatore, e diverse case dei cittadini. Si può anche vedere la residenza di uno dei due consulenti e magazzini sulla parete nord, che è situato in un punto molto alto. Anche se un enorme lavoro di fortificazione, non sembra giocare un ruolo particolare, soprattutto se confrontato con le altre fortificazioni altrettanto grandi, come ad esempio Candia di Heraklion.

Fortezza di Rethimno

Il facile anche arrendersi ai turchi nel 1645, attribuita all’assenza della trincea, ma un’epidemia di colera nel castello. Durante lo Stato di Creta (1898-1913), il Rethymno protezione potenza russa ha distrutto l’intero lato sud delle mura della Fortezza. Durante l’occupazione, i tedeschi distrussero quelle degli edifici veneziani rimase in piedi all’interno del muro e sul lato NE messo le pistole. Il forte è stato utilizzato come prigione per i combattenti della resistenza, molti dei quali hanno perso la vita lì.

Fortezza di Rethimno

Annunci