Tag

, , , , , ,

lhota_castle

Červená Lhota è un castello situato a circa 20 km a nord-ovest di Jindřichův Hradec nel sud della Boemia , Repubblica ceca . Si trova al centro di un lago su un isolotto roccioso. Il suo pittoresco rinascimentale edificio è meta di migliaia di turisti ogni anno. Il suo nome Červená Lhota che significa “rosso lhota “può essere spiegato con il colore delle tegole rosso vivo del castello.

lhota_castle1

L’esistenza di una fortezza originale sul sito del castello di oggi è assunto da qualche tempo intorno alla metà del XIV secolo. E ‘stato costruito su uno sperone roccioso di granito, che, dopo lo sbarramento di un torrente e il riempimento di una peschiera, divenne un’isola. La prima fonte scritta è una trascrizione nei registri dei terreni dal 1465, menzionando la divisione della proprietà di Ctibor defunto Zásmuk tra i suoi due figli e Václav Petr. La fortezza quindi potrebbe essere stato venduto in proprietà di Diviš Boubínský di Újezd, che lo vendette alla famiglia cavalleresca di KAB di Rybňan intorno al 1530.

Fotografoval: Libor Svacek, Kaplicka 447, Cesky Krumlov, 381 01 CZ

La famiglia aveva l’originale stile gotico castello ricostruito e il Rinascimento di base rimodellamento effettuato tra 1542-1555,  e il castello prese il nome di Nová Lhota.

Nel 1597, il castello è stato venduto a Vilém solco di Dírná che ha avuto la costruzione resi con intonaco rosso, da cui ha preso il nome Červená Lhota. L’ultimo dei Solchi, Bohuslav, hanno dovuto lasciare le terre di Boemia come utraquista dopo la battaglia della Montagna Bianca .

lhota_castle2

Nel 1621, Červená Lhota era abitato da Antonio Bruccio, che morì nel 1639 senza eredi. Con la sua morte, Lhota perso la sua funzione di residenza ed è stato usato dai suoi successori come occasionale cottage. Nel 1641, è stata acquisita da aristocratico Vilém Slavat di Chlum e Košumberk e successivamente passò nelle mani della Windischgrätz famiglia. Bedřich Arnošt Windischgrätz e suo figlio Leopoldo trascinato il dominio nelle grandi debiti a causa del loro stile antiquato di economia, in modo che il custode del suo sotto-età successore Josef raccomandato la vendita del dominio.

lhota_castle3

Nel 1755 il castello poi è stato ottenuto dai signori liberi di Gudenus. Franz de Paul, libero signore di Gudenus, poco dopo, ha avviato diverse costruzioni, che sono stati portati a una brusca interruzione nel 1774 da un grande incendio, che distrusse in sostanza tutti gli edifici agricoli.debiti a causa del loro stile antiquato di economia, in modo che il custode del suo sotto-età successore Josef raccomandato la vendita del dominio.

lhota_castle4

Nel 1755 il castello poi è stato ottenuto dai signori liberi di Gudenus. Franz de Paul, libero signore di Gudenus, poco dopo, ha avviato diverse costruzioni, che sono stati portati a una brusca interruzione nel 1774 da un grande incendio, che distrusse in sostanza tutti gli edifici agricoli.

lhota_castle5

Nel 1776, Červená Lhota il benvenuto ad un nuovo proprietario, il barone Ignác Stillfried, un aristocratico progressiva prussiano Slesia il cui figlio ha venduto il dominio a Jakub Veith nel 1820. Sua figlia Terezie venduto il castello di nuovo nel 1835, questa volta nelle mani principesche di Heinrich Eduard Schönburg-Hartenstein, che ha dato il castello di suo figlio Josef Alexandr Schönburg-Hartenstein. Morì nel 1937 e fu sepolto nella tomba di recente costruzione, e così risparmiati gli eventi distruttivi della nuova guerra, che ha attirato le tende chiuse per l’intera storia aristocratica di Červená Lhota castello.

lhota_castle6

Dopo la confisca del castello da parte dello stato cecoslovacco nel 1946, una clinica pediatrica è stato stabilito qui. Tuttavia, un anno più tardi, il castello è stato concesso ad una Commissione cultura nazionale, e nel 1949 è stato aperto al pubblico.

Il castello a due piani a quattro ali, con un piccolo coutyard al centro, occupa tutto il rock e si protende nella peschiera. Un ponte di pietra, costruito nel 1622, collega il castello con le rive del laghetto, in sostituzione del ponte levatoio originale.

lhota_castle7

Gli interni hanno una vasta collezione di mobili d’epoca, stufe in maiolica, quadri, porcellane e altri oggetti. Il bordo meridionale della peschiera è coperto in una fitta foresta, che fa da sfondo al castello. Sul lato nord è un parco dove si trova la rinascimentale Cappella della Santissima Trinità. Un percorso circolare marcato tretches intorno alla peschiera. Canottaggio attraverso la peschiera è un piacevole diversivo in una calda giornata estiva, e le barche possono essere noleggiate nei pressi del castello.

 

Annunci