Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

01

Il Castello di Langeais è situato nella regione della Valle della Loira, nell’omonima cittadina di Langeais, al confine del territorio di Angiò e della Touraine.

La particolarità del Castello di Langeais, sta nella presenza di due edifici ben distinti tra di loro: la torre di Foulques Nerra, il più antico mastio di Francia, ed il Castello di Luigi XI, in stile feudale dal lato che da sulla città e rinascimentale dal lato del cortile.

Nel territorio della Tourraine, ,  fu originariamente costruito come una fortezza nel X secolo da Folco III Nerra o “il Nero”.nella zona particolarmente ambita in quell’epoca, dall’allora conte d’Angiò,e dal Conte di Blois.

01

Alla fine del secolo, Nerra conquista il sito e ne fa sorgere un Castello, di cui rimane solo il mastio.

Nonostante numerosi passaggi di proprietà, il Castello di Langeais rimane nelle mani della famiglia d’Angiò fino alla fine del XII secolo.

Durante il regno dei plantageneti, il castello fu espanso e fortificato da Riccardo I d’Inghilterra. Riconquistato da Filippo II di Francia, durante la Guerra dei Cent’Anni, con l’imminente rischio di invasione e distruzione il Re Carlo VII decide di acquisire il sito ma, le fortificazioni ed il mastio furono praticamente distrutto dagli inglesi.

01

Nella seconda metà del XV secolo, l’allora Re Luigi XI decide di ricostruire il Castello rendendolo quello che oggi è uno dei migliori esempi di architettura tardo-medioevale; i lavori, però, terminano solo 50 anni dopo, quando la tenuta viene venduta al cugino del Re, Dunois, figlio del compagno di Giovanna d’Arco.

La sala principale del Castello di Langeais ospita l’importante matrimonio tra Carlo VIII di Francia e Anna di Bretagna, avvenuto il 6 Dicembre 1491.

Si dice che la giovane duchessa, contraria a questo matrimonio di ispirazione puramente “politica“, si presentò al matrimonio con due letti separati.

01

Il Castello viene venduto a diverse persone, ma nessuna di queste si preoccupa di mantenerlo in condizioni quantomeno decorose… Questo fino al 1886, quando l’uomo d’affari Jacques Siegfried acquista la proprietà e dedica ben vent’anni della sua vita a restaurarlo ed ammobiliarlo, restituendo alla tenuta lo splendore nobilare che la caratterizza.

Nel 1904, il Castello e le sue preziose raccolte vengono cedute all’Institut de France, che ne è attualmente proprietario.

Massiccia fortezza con alte mura, grosse torri a punta, un cammino di ronda con feritoie ed un ponte levatoio, Langeais ha attraversato i secoli senza danni.

Costruito tra il 1465 e il 1470 da Jean Bourré, che gestiva i beni di Luigi XI (1423-1483), il Castello racchiude veri e propri tesori, mobili antichi ed arazzi dalle magnifiche tonalità (si ammirino in particolar modo i millefiori e la serie raffigurante i Nove Prodi).

001

Nel 1886, Jacques Siegfried comprò il castello e iniziò un programma di ristrutturazione.

L’intera facciata è sormontata da un cammino di ronda che offre al visitatore una magnifica vista sulla città di Langeais e sulla Loira.

01

Al pian terreno ci si imbatte nella Sala dei Banchetti, utilizzata appunto per feste o addirittura meeting politici; la sala è decorata e resa ancora più lussuosa da bellissimi affreschi.

Al primo piano del Castello troviamo la Sala del Matrimonio, che segna l’unione tra Francia e Gran Bretagna.

01

Annunci