Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

0001

Chepstow, è la prima cittadina, Monmouthshire in Galles del meridionale che s’incontra arrivando da Bristol, in Inghilterra, attraverso il Severn Bridge ed è sicuramente un posto in cui fermarsi, per ammirare l’omonimo splendido castello, posto in posizione panoramica in cima a scogliere a picco sul fiume Wye.

0001La sua costruzione fu iniziata sotto la guida di il normanno Signore William fitzOsbern , presto fatto conte di Hereford , dal 1067, ed è stata la più meridionale di una catena di castelli costruiti lungo il confine inglese-gallese nelle Marche gallesi un anno dopo la battaglia di Hastings, conclusasi con la vittoria di Guglielmo il Conquistatore contro i Sassoni: il neo-incoronato re, diede l’incarico a lord William Fitz-Osbern di costruire una fortezza che fosse un punto nevralgico per il controllo delle Marches (territorio di confine) e una buona base di partenza per le spedizioni verso le parti più occidentali, ancora nelle mani dei ribelli.

0001

Così, fu progettato un maniero che potesse rispondere ai migliori canoni difensivi dell’epoca, anche se, appena entrati attraverso l’imponente ingresso dalle poderose torri, ci si può accorgere della diversità dagli altri: è infatti sviluppato in lunghezza (anzichè concentricamente) per sfruttare lo spazio disponibile e per permettere una maggior visibilità da e verso tutte le zone. Ma non fu solo lord Fitz-Osbern a capire che l’ubicazione scelta era strategicamente importante: perfino i romani se n’erano accorti e infatti pezzi dello stesso castello provengono da alcune rovine di un forte romano, probabilmente Caerwent, situato poco distante.

La velocità con cui Guglielmo il Conquistatore impegnata per la creazione di un castello a Chepstow è testimonianza della sua importanza strategica. Non ci sono prove di un insediamento di qualsiasi dimensione prima della invasione normanna del Galles , anche se è possibile che il sito castello stesso potrebbe essere stato precedentemente un preistorico o all’inizio roccaforte medievale.

0001

 Il sito si affacciava su un importante punto di passaggio sul Wye River , una delle principali arterie di comunicazione verso l’interno per Monmouth e Hereford . A quel tempo, i regni gallesi nella zona erano indipendenti dalla Corona inglese e il castello a Chepstow avrebbe anche contribuito a sopprimere ilgallese di attaccare Gloucestershire lungo la riva Severn verso Gloucester . Tuttavia, l’analisi recente suggerisce che i governanti di Gwent , che recentemente aveva combattuto contro il re Harold , possono inizialmente sono stati in buoni rapporti con i Normanni. 

Le rocce calcaree scoscese lungo il fiume concessi un’ottima posizione difensiva. I lavori di costruzione iniziata sotto William FitzOsbern nel 1067 o poco dopo. La Grande Torre fu probabilmente completato da circa 1090, forse inteso come una dimostrazione di forza da re Guglielmo nel trattare con il re gallese Rhys ap Tewdwr.

0001

 E ‘stato costruito in pietra del primo (al contrario di legno, come molti altri costruito in questo momento), che segna la sua importanza come roccaforte al confine tra Inghilterra e Galles . Anche se gran parte della pietra sembra essere stata estratta a livello locale, vi è anche la prova che alcuni dei blocchi sono state riutilizzate dalle romane rovine di Caerwent .

Il castello, in origine aveva il nome di Norman Striguil , derivato dalla parola gallese ystraigl significa “ansa del fiume”. FitzOsbern anche fondato un convento nelle vicinanze, e la città di mercato associato e porto di Chepstow sviluppato nel corso dei prossimi secoli. Il castello e il relativo Marcher signoria erano generalmente conosciuti come Striguil fino alla fine del XIV secolo, e come Chepstow in seguito.

0001

Ulteriori fortificazioni furono aggiunti da William Marshal , conte di Pembroke , a partire dal 1190. Il legno nelle porte del corpo di guardia è stato datato dalla dendrocronologia per il periodo 1159-1189.  Maresciallo ampliato e rimodernato il castello, attingendo alla sua conoscenza della guerra ha guadagnato in Francia e le crociate . Ha costruito l’attuale corpo di guardia principale, ha rafforzato le difese del Medio Bailey con torri rotonde, e, prima della sua morte nel 1219, potrebbe anche aver ricostruito le difese Bailey superiori. Ulteriori lavori per ampliare la Grande Torre è stata intrapresa per di William Marshal figli William , Richard , Gilbert e Walter , nel periodo del 1245. 

0001

Nel 1270, il castello è stato ereditato da Roger Bigod, quinto conte di Norfolk, che era sposato con la figlia maggiore di William Marshall, Mahelt. Ha costruito una nuova serie di edifici nel Bailey Inferiore, come alloggio per sé e la sua famiglia. Bigod è stato anche responsabile per la costruzione della parete della città di Chepstow, la “Porta Wall”, intorno 1274-1278. Il castello è stato visitato da re Edoardo I nel 1284, al termine del suo giro trionfale attraverso il Galles. Poco dopo, Bigod aveva costruito una nuova torre (più tardi conosciuta come “Torre di Marten”), che oggi domina l’approccio verso terra al castello, e anche rimodellata la Grande Torre.

1

Dal XIV secolo, e in particolare la fine delle guerre tra Inghilterra e Galles nei primi anni del 15 ° secolo, la sua importanza difensiva rifiutato. Nel 1312 passò sotto il controllo del Thomas de Brotherton, conte di Norfolk , e più tardi sua figlia Margherita . E ‘stato presidiato in risposta alla ribellione di Owain Glyndŵr nel 1403 con una ventina di uomini d’arme e sessanta arcieri, ma la sua grande dimensione, limitata importanza strategica, la posizione geografica e la dimensione della sua guarnigione tutti probabilmente contribuito a forze di Glyndŵr evitando attaccarla, anche se hanno fatto attaccare con successo il Castello di Newport .

Nel 1468, il castello era parte dei possedimenti concessi dal Conte di Norfolk a William Herbert, Conte di Pembroke , in cambio di terre nella parte orientale dell’Inghilterra. Nel 1508, passò a Sir Charles Somerset , dopo il conte di Worcester, che ha ristrutturato gli edifici estesamente come alloggi privati. Dal 16 ° secolo, dopo l’abolizione dei poteri autonomi dei Signori Marcher ‘di re Enrico VIII, attraverso le leggi in Galles Atti del 1535 e 1542 , e l’incorporazione di Chepstow come parte della nuova contea di Monmouth , il castello divenne più progettato per occupazione come una grande casa.

1

Il castello ha visto ancora una volta l’azione durante la guerra civile inglese , quando era in prima linea tra realista Monmouth e parlamentare Gloucestershire . Si è tenuto dai realisti ed essere assediata sia 1645 e nel 1648, cadendo infine alle forze Parlamentare il 25 maggio 1648.

Dopo la guerra, il castello è stato presidiato e mantenuto come un fortino di artiglieria e caserme. E ‘stato anche utilizzato come prigione politica. Suoi occupanti inclusi vescovoJeremy Taylor , e – dopo la Restaurazione della monarchia – Henry Marten , uno dei commissari che hanno firmato la condanna a morte di Carlo I , che è stato imprigionato qui prima della sua morte nel 1680.

A

Nel 1682, il castello passò in proprietà del duca di Beaufort . Il presidio è stato sciolto nel 1685, e gli edifici sono stati in parte smantellati, affittati a conduttori e lasciato al degrado. Diverse parti del castello sono stati utilizzati come un cortile e di una fabbrica di vetro. Entro la fine del 18 ° secolo, le sue rovine sono diventati, con altri siti della valle del Wye , un ” pittoresco caratteristica “sul” Wye gita “, piacere gite in barca lungo il fiume di Ross-on-Wye via Monmouth . Il primo libro guida per il castello e la città è stata scritta daCharles Heath di Monmouth ed è stato pubblicato nel 1793.

1

La visita alla roccaforte è molto piacevole: appena varcato il portone (una curiosità: le porte in legno qui presenti a Chepstow sono le più antiche del Galles, hanno più di 800 anni! Fino agli inizi degli anni ’60 erano ancora lì al loro posto, a limitare l’accesso, ma ora si trovano ben custodite tra lastre di vetro al museo, per essere conservate come cimelio storico), ci si troverà nel largo e ben tenuto primo cortile: sembrerebbe quasi finito lì tutto, se non fosse che è presente un’apertura che ci fa passare al secondo giardino, e dopo ad un terzo!

Come già anticipato, la costruzione è sviluppata per il lungo, cosicché bisogna camminare molto prima di arrivare al suo limitare; sarà però poi affascinante affacciarsi leggermente dai parapetti (con molta cautela) per lasciarsi catturare dall’imponenza della mura! E’ possibile anche salire sulle torri: non sono altissime, e questo spiega perché la roccaforte necessitò, poco dopo la sua ultimazione, di ulteriori rimaneggiamenti: edificato apposta per contrastare gli attacchi dei soldati del XI secolo, si dimostrò ben presto inadeguato a fronteggiare quelli degli eserciti di epoche successive (che utilizzavano i cannoni); dal 1690 fu poi infine abbandonato.

1

Durante il viaggio attraverso gli ambienti, sia all’aperto che non, è possibile anche incontrare personaggi insoliti: gli abitanti del castello! Ecco apparire, in carne ed ossa, degli scudieri, vestiti di tutto punto; raccontano, a nostra richiesta, la storia delle armi,degli usi e costumi di quei tempi, facendo provare e toccare delle riproduzioni di lance, archi e scudi: una gioia per il turista ansioso di foto particolari! Ma non ci sono solo loro: le ladies, signore nobili, sono pronte a intrattenerci con la storia delle donne dell’epoca, di come trascorrevano le loro giornate… Indubbiamente un’iniziativa interessante, volta a rafforzare la conoscenza di chi fin qui arriva e a lasciare indelebile un bel ricordo; tra l’altro, nel primo edificio, accanto all’ingresso (la torre laterale sinistra, invece è Marten’s Tower, che prende il nome da un illustre prigioniero, che qui rimase quasi 20 anni, dopo l’accusa di regicidio) è allestita una mostra, molto interessante, da non perdere.

1

Chepstow Castle è di proprietà del CADW, l’ente che si occupa della conservazione del patrimonio storico, artistico e culturale del Galles: per i titolari del loro Explorer Pass l’accesso è gratuito, altrimenti è a pagamento; un ampio parcheggio a tariffa oraria è proprio a ridosso del sito, per cui non sarà un problema lasciare la vostra automobile per intraprendere il percorso in uno dei più antichi manieri presenti in questa bellissima regione della Gran Bretagna.

1

Annunci