Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

13349038

 Château de Bonaguil è un castello in francese comune di Saint-Front-sur-Lémance , ma in realtà di proprietà del confinante comune di Fumel nel Lot-et-Garonne dipartimento . E ‘stato classificato come monumento storico (Monumento Storico) dal 1862.

Il castello di Bonaguil era l’ultimo dei fortificati castelli . E ‘stato costruito nel 13 ° secolo, ma è stato completamente ristrutturato alla fine del 15 ° e all’inizio del 16 ° secolo da Bérenger de Roquefeuil, che ha aggiunto tutti i miglioramenti difensivi della fine del Medioevo . Una meraviglia di architettura militare copre 7500 m², che incorpora gli ultimi sviluppi in artiglieria (sia per la difesa e per adattare le difese per la protezione contro di esso) è stato, tuttavia, obsoleti una volta completato. Non è mai stato attaccato.13349038

Il nome deriva dal bonne Aiguille (buono ago) e si riferisce al sito difensiva: un promontorio roccioso perfettamente adatto alla localizzazione di un castello.

Il primo castello di Bonaguil è stato costruito dopo la metà del 13 ° secolo (tra il 1259 e il 1271 secondo Jacques Gardelle), su uno sperone roccioso, probabilmente da Arnaud La Tour de Fumel. L’unico ingresso al mastio , costruito sopra una grotta naturale, è stato un sei metri porta alta, raggiungibile con scala a pioli.

La prima menzione scritta è nel 1271, in un documento che elenca i possedimenti del re di Francia Filippo III l’Ardito . A quella data, era un vassallo del feudo di Tournon, e probabilmente era solo un semplice poligonale mantenere, con un piccolo cortile circondato da un muro, con un cortile circondato da un basso palizzata . L’abitazione non è stata costruita fino alla fine del 13 ° secolo o addirittura l’inizio del 14 °.

13349038

L’allargamento di una frattura nella roccia permesso un pozzo da scavare ad una profondità di 47 m (154 ft).

I signori di Bonaguil combatterono dalla parte del re d’ Inghilterra nella guerra dei cent’anni . Il castello è stato preso più volte, bruciato e abbandonato, anche se sempre di proprietà della famiglia Fumel.

In data 11 novembre 1380, Jean de Fumel-Pujols, barone di Blanquefort e proprietario del castello, ha sposato l’ereditiera di Roquefeuil, Giovanna Caterina de Roquefeuil, e lasciò cadere il suo nome per il nome più prestigioso della moglie. Il loro figlio Antoine unite le proprietà delle due famiglie, e la loro nipote, Jean de Roquefeuil, si trasferì con la moglie Isabella de Peyre di Bonaguil nel 1444.

Jean de Roquefeuil, che ha inviato suo figlio Antoine a prendere parte alla guerra della Lega del bene pubblico , contro il re, ha fatto diverse modifiche, sia per la difesa come il comfort:

  • le pareti dell’abitazione sono state sollevate (E sul piano) e ha raggiunto l’altezza del mastio (che ha così acquisito una più massiccia sagoma)
  • 1470-1482, il mastio fu ricostruito, con una forma complessiva snella, per resistere meglio dell’artiglieria
  • una scala a chiocciola è stato installato in una nuova torretta, a ovest, aumentando lo spazio disponibile
  • una nuova abitazione è stata costruita ad est del mastio: la sua lunghezza si attesta attualmente a est-sud-est contro la cortina e le sue aperture sono orientati a nord-nord-est e ovest-nord-ovest
  • una rampa è stata costruita per fornire un più facile accesso al mastio.

Dei quattro figli di Jean, fuori di nove figli, era il terzo, Bérenger, che è sopravvissuto e ha ereditato la proprietà di suo padre.

13349038

Le opere di difesa notevoli del castello hanno la loro origine nel Signore dei problemi di Bonaguil con re Carlo VII , che lo ha condannato per la sua violenza contro i servi e vassalli. Essi sono stati finanziati grazie alla fortuna dei Roquefeuils, che possedevano terre nella Gironda e il Golfo di Lione . Le opere estese oltre trent’anni.

Il pericolo principale alla fine del 15 ° secolo è venuto da artiglieria. Per la protezione, era necessario mantenere cannoni del nemico a distanza. Una parete esterna, a 350 m di lunghezza, è stato aggiunto al castello, con le tende basse mantenendo una massa di terra che attutito i colpi di artiglieria. Questa facciata è stato rinforzato con piccole torri e dotato di pistole. Questa era la seconda innovazione di questa ricostruzione: disposizione per l’uso di masse di artiglieria per la difesa del castello, con un totale di 104 feritoie per sparare.

13349038

Così il castello utilizzato i più recenti sviluppi in materia di armamenti: spingere indietro il fuoco degli assalitori, obbligandoli ad impostare i loro cannoni più lontano; rendere l’approccio difficile con aperture per il tiro a terra; grandi pistole calibro sono stati messi in cima alle torri (come ad come piattaforma in cima al tenere) in modo da combattere a distanza.13349038

Lo sperone su cui sorge il castello è tagliato da un grande fossato affondato nella roccia. Un barbacane venne costruito al di là del fossato. E ‘stato collegato da due ponti levatoi al corpo del castello. E ‘stato anche difeso da numerose torri di guardia, permettendo un fuoco di accompagnamento da cui gli archibugi potrebbero coprire ogni angolo.

Sempre con l’obiettivo di lasciare nessun punto scoperto da fuoco, caponiere sono stati costruiti nei fossi; questi piccoli movimenti di terra erano di fronte alla tenda, permettendo al fosso di essere spazzato con il fuoco da parte dei difensori, da uno o entrambi i lati della struttura.

Infine, viali sono stati disposti, in parte nel fosso a nord, per consentire un rapido spostamento da un punto all’altro della fortezza, in caso di attacchi alle diverse parti del castello, questo anticipato le fortezze del 17 ° secolo.

I lavori di sterro e Barbican sono stati progettati solo per rinviare il pericolo per il cuore del castello, la parte residenziale. Questo è stato altrettanto rafforzata. Sei torri sono state costruite – quattro torri rotonde agli angoli, e le due torri in parte centrale della tenda, una piazza in a ovest e una torre circolare nel sud. Le torri permesso una maggiore copertura delle tende: i difensori potevano sparare sui lati assalitori che attaccavano ai piedi del muro tra le due torri.

13349038

Queste torri servivano, come nei castelli medievali, di proteggere le pareti grazie al loro design. La loro altezza era una garanzia contro il ridimensionamento. L’innovazione è stato il trattamento della parte superiore, rinforzato per fornire la piattaforma dell’artiglieria. Le mensole di sostegno della passerella sono stati sostituiti con piramidi capovolte, molto più solide e in grado di sostenere un peso molto più pesante – un pezzo di artiglieria, la sua carrozza e forniture.

Quando Bérenger morì nel 1530, il castello non era ancora adattato per la guerra d’assedio, ma è rimasto un imponente fortezza.

13349038

Suo figlio Carlo sperperato la sua fortuna (sulla sua bella moglie Blanche de lettes de Montpezat, a quanto pare) e dei suoi figli Honrat e Antoine ereditato una fortuna ridotto.Durante le guerre di religione , i due fratelli hanno combattuto in campi opposti, e il castello è stata scattata nel 1563. Un primo restauro ha avuto luogo nel 1572. In debito, Antoine dovette cedere la fortezza al signore di Pardhaillan nel 1618, prima di essere in grado di acquistare di nuovo molti anni dopo.

Suo figlio Antoine-Alexandre era un marchese, ma passò alla sua unica figlia Marie-Gilberte un castello in cattivo stato e le casse vuote. Sposato dalla morte del padre (8 luglio 1639) al Marchese di Coligny-Saligny, si dedica alla riparazione e alla manutenzione del castello. Si risposò nel 1655 con Claude-Yves de Tourzel, marchese di Allègre, con il quale ebbe una figlia che ha sposato Seignelay , ministro del Colbert famiglia.

13349038

François de Roquefeuil, un lontano parente con qualche pretesa al castello, ne prese possesso nel 1656, conservato e saccheggiato per quasi un anno prima di abbandonarla.Marie-Gilberte vissuto a Parigi per gli ultimi anni della sua vita, e ha abbandonato il castello di Bonaguil, fino alla sua morte nel 1699. Passò accanto a François-Gaspard de Montpeyroux, un soldato che quasi mai vissuto lì, poi a sua sorella, che lo vendette nel 1719 a Jean-Antoine de Pechpeyrou-Beaucaire. Suo figlio ha venduto il castello di Marguerite de Fumel, vedova di Emmanuel de Giversac, nel 1761, che ha effettuato alcuni lavori per renderlo più confortevole.

Marguerite de Fumel rimasto regolarmente al Château de Bonaguil. Ha trasformato il castello, in particolare nella dimora P nel piano. In questo periodo, i movimenti di terra ad ovest del castello furono allargate e strutturate come una grande terrazza ed è diventato una piacevole passeggiata. Nuovi appartamenti sono stati costruiti nel sud, al di fuori della parete interna, beneficiando così di una visione migliore. La signora del castello diede feste. I sette ponti levatoi divennero ponti fissi. Una parte delle mura è stata demolita per dare una vista sulla valle.

13349038

Era il nipote di Marguerite de Fumel, Joseph-Louis de Fumel che ereditò nel 1788. Fuggì nel mese di ottobre 1789, e il castello è stato dichiarato bien nazionale (proprietà nazionale). L’arredamento è stato disperso, i tetti, pavimenti e rivestimenti in legno abbattute. Dopo il Termidoro , i Fumels recuperato il castello, ma non vivevano lì, e venduto.

Si passa da un proprietario all’altro fino a quando è stato acquistato nel 1860 dal comune di Fumel, che ha ottenuto la classificazione Monument historique (1862) e ha iniziato alcuni lavori di restauro da B Cavailler nel 1868 e dal arrondissement ‘ architetto s A Gilles nel 1876. L’architetto della Monument historique ripristinato il tenere tra il 1882 e il 1886.Altre riparazioni sono state fatte tra il 1898 e il 1900, tra cui copre il tetto della torre dell’orologio con piastrelle di pietra nel 1900. Ulteriori lavori di ristrutturazione sono stati effettuati nel 1948-1950, 1977 e 1985.

13349038

Annunci