Tag

, , , , , , , , , , , ,

polignac

Il duca di Polignac si vanta – giustamente – di possedere il primo castello della Loira. E che castello! Dimenticate Blois e Chambord. Qui, a circa quindici chilometri a nord di Puy, la Loira è ancora in fase acqua impetuosa, e curva – il “caveau” – che racchiude i resti di Polignac sul suo sperone è quasi perfetto.

Dalla terrazza del primo piano, dove ci immergiamo a picco sulla Loira, a 45 metri sotto, si possono vedere aironi e pecore, il lungomare tranquillo.

Lavoute1

“Viviamo qui per un migliaio di anni e la famiglia ha a lungo governato il Velay”, dice con calma, come il Duca del mondo, come studioso elegante. Visita al castello con il suo aristocratico è uno strano viaggio nel tempo. “Mia nonna la duchessa de Polignac è ​​stato il grande amico di Maria Antonietta e la governante dei figli del re, dice. Ecco, questo tavolo rappresenta zia Costanza, che visse durante la Belle Epoque, e sapevo bene alla fine della sua vita. “Allora, tra un camino rinascimentale sgargiante e Aubusson arazzi, la visita è più persone : la famiglia Polignac, che, fino al 1907, la casa era Parigi Hotel de Crillon particolare – sì, il famoso palazzo di Place de la Concorde – è un cugino dei Grimaldi di Monaco. “Alberto è un cugino, ma raramente vedere”, disse il Duca. E ‘lo stesso qui, al riparo delle spesse mura del castello, Pierre de Polignac ha incontrato la Principessa di Monaco. Ranieri nato da questa unione.

Lavoute

Eppure, quando la Loira, diamo un ultimo sguardo al vecchio castello, è lontano, molto lontano, dalla Rocca di Monaco foglio …” Il nome di Lavoute deriva dal ciclo Loira descrive i piedi di roccia che formano il castello base. Il giovane fiume stesso sembra farsi prendere dalla bellezza del paesaggio. Polignac s ‘erano attratti da questi luoghi non solo il fascino del sito, all’ingresso della valle del seminato (terra ricca di mais ), ma anche da boschi profondi che scendono dal Monte altezze attuali e vicini.

Queste foreste sono un paradiso per i cinghiali e lupi. Che gioia per questi signori per cacciare cervi nel bel mezzo dei suoni del corno, il latrato del branco e loro ospiti grida echeggiare nel bosco “.

Lavoute3

Poeta e storico Gaspard Chabron ha scritto alla fine del Cinquecento:”Il castello di La Voute ha avuto da sempre la casa di campagna dei signori visconti de Polignac loro secour e resta in tempo di pace (così come il Château de Polignac era in tempo di difficoltà e di guerra) o per la aria mite per il piacere e la convenienza ci giardini frutteti e i vigneti della Loira che circonda tutti i lati e che porta il nome di Arco, e sy Pesche che spinge i salmoni, trote, ombre, anguille, lamprede, triglie e altri pesci negli esseri mulini, ai piedi del castello (a sud) e in tale abbondanza soprattutto in primavera o anche tutti incroiable lautomne ponderata vuole che, vista anche il Lavoute.internipiacere di tutti i tipi di uccelli, cani da caccia correnti, Espagneuls e Greyhound, come bestie grandi fulvo e nero aiant c’era mezza lega degli arbusti più belle e grandi dimensioni che può guardare altrove, o anche per la comodità di due bellissime zone di Conches e nobili étans Pradel apartenances di questo castello, ma i più notevoli di Conches e piacevole sia per i suoi splendidi prati e Garene per il burro sy eccellente è uguale in bontà e favore di colui che ha Vanvre paris il giudizio di tutti coloro che hanno il gusto. ”

Chi sono questi Polignac mille anni e vive nel castello di Lavoute?

Intitolato, Duke poiché il regno di Luigi XVI nel 1780, anche nel 1783 il duca allegato ereditaria nel 1784 sotto Viscount principe romano nel 1822 , riconosciuta nel 1822 da Luigi XVIII principe bavarese esteso a tutti i discendenti 1.838 trattati come principi del Sacro Romano Impero Baron e Fenestranges principe Luigi XVI dal marchese di Mancini Luigi XV marchese de Chalencon  nel 1614.

Visconte visconte de Polignac e Velay, fin dal Medioevo (intorno all’anno mille).

Questo titolo è fin dal principio alle funzioni del visconte unico in tutto il Velay, non è sbagliato dire che erano Velay Visconte in un momento (XI – XII), dove i conti di Velay non sono noto (il duca di Aquitania, conte di Auvergne, e il conte di Tolosa, erano le rivendicazioni Velay che sembrano sovrapporsi, e giustificare le funzioni di un officiante visconte per loro conto)

Sarà Lavoute Baron, Loudes, Craponne, St-Paulien, Solignac di Ceyssac, Lamothe, Salzuit, Randan … ecc .. molti altri luoghi.

Re Luigi XVI ha scritto nella lettere patenti del 1784 “Abbiamo accordâmes il titolo e gli onori di Duke al nostro amato cugino Armand-Jules-François de Polignac da una casa che ha avuto origine nelle più remote monarchia. “

Lavoute2

Annunci