Tag

, , , , , , , , ,

fortlalatte

La Roche Goyon prende il nome da una delle più antiche famiglie bretoni (chiamato Gwion, Goion, Gouëon e Goyon Gouyon).

Pare che una roccaforte a picco sul mare sulla scogliera della Baie de la Fresnaye esistesse già nel X secolo: in particolare, secondo una leggenda, sarebbe stata fatta costruire nel 937 da un Goyon durante il governo di Alano II Barbastorta, duca di Bretagna, per proteggere la costa dagli attacchi dei Normanni.

Leggende a parte, che il primo castello fu costruito da un Goyon sotto Alain Barbe-Torte in 937 e la costruzione dell’edificio attuale, noto come “Roche de Goyon”, risale solamente al XIV secolo e si deve alla famiglia Goyon de Matignon, nata dall’alleanza tra i Goyon e l’ereditiera dei Matignon: il castello prese il nome di “Roche de Goyon”.

Stitched Panorama

L’attuale castello, nel frattempo, è stato avviato prima dell’inizio della canna in Gran Bretagna (1364) e ha continuato a discrezione della corretta Goyon fortuna nella seconda metà del XIV secolo. E ‘stato nel 1379 da Du Guesclin inviato un distaccamento di Roche Goyon che resistevano valorosamente. La fortezza fu incamerata a Carlo V, poi tornò al suo proprietario dal trattato di Guérande (1381). 
Nel corso del XV secolo, l’ascesa di Goyon sociale continua. Essi sono gli Stati di Bretagna. Un Goyon, ciambellano del duca di Bretagna, sposò l’erede della baronia di Thorigni-sur-Vire. Famiglia Goyon lascia la casa e va a storia bretone della Francia. Il castello riceve un governatore che vive in una casa costruita per questo scopo. Nel corso della riunione della Bretagna, in Francia (stati previsti dal trattato del 1532), subisce una nuova sede (1490), inglese questa volta senza successo per gli invasori.

Fort La Latte pano 2Il colpo di grazia è stato portato dalla Lega. Jaques Goyon II, Sire de Matignon, Maresciallo di Francia, governatore di Normandia e Guyenne, si era schierato con Enrico IV. Per ritorsione, nel 1597, un delegato del duca di Mercoeur chiamato San Lorenzo, assediato e attaccato. Il castello a quel tempo già chiamato La Latte, è stata smantellata, saccheggiato, distrutto e bruciato. Solo il resist prigione.
Si tratta di un castello in rovina che era interessato Sieur Garengeau responsabile per rafforzare la difesa Côte Saint-Malo. Il castello è stato trasformato di conseguenza con l’accordo Matignon tra il 1690 e 1715. E ‘in gran parte aspetto così come la conosciamo. fort-la-latte2
Nel 1715, Giacomo III Stuart è venuto a rifugiarsi lì e abbiamo trovato il posto sinistro … E ‘vero che c’è una brutta serata riuscita novembre. Lo stesso anno Grimaldi Luisa Ippolita (Principessa di Monaco) sposò Jacques-Francois Leonor Gouyon, Sire de Matignon, divenuto duca di Valentino, a condizione che prendono il nome e le braccia di Grimaldi senza entrare il suo.
Nel 1793, costruito nel forno e palla arrossire nei confronti di alcuni indagati sono stati imprigionati rivoluzionari.
Maiouins il Giovane preso d’assalto senza successo durante i Cento Giorni (1815). Questo fu il suo ultimo episodio guerriero.
Durante il XIX secolo, è stato gradualmente abbandonato, aveva un solo custode. Resi pubblici dal Ministero della Guerra nel 1890, è stato venduto da Fields nel 1892. E ‘stato in gran parte in rovina in cui è stata classificata come monumento storico nel 1925. E ‘stato restaurato nel 1931 dalla famiglia di Joüon Longrais ed è aperto ai visitatori. E ‘diventato il castello più visitato in Gran Bretagna, dopo i duchi di Nantes.fort-la-latte

Il castello è stato modificato nel corso dei secoli, ma gli elementi architettonici del XIV secolo, riflettono una preoccupazione o una preoccupazione difensiva ornamentale, sono ancora al loro posto.
piatta Castello è il gusto del produttore. broke Arc detto nel terzo punto . porte (primo ponte levatoio, ponte levatoio 2, Dungeon ingresso) Una scultura presenta: – Decorazione trifoglio o trifoglio stilizzato sugli architravi della passerella dal dungeon e corvi salto triplo sostenere il parapetto della stesso percorso intorno alla prigione. – simboli degli Evangelisti scolpiti nella pietra della torre indicano i punti cardinali, ma sono anche simboli del cristianesimo. Angelo di San Matteo occidentale, il leone di San Marco, l’aquila di San Giovanni a sud ad est, San Luca di manzo al Nord.

fort-la-latte6

Annunci