Tag

, , , , ,

POPOLANI E CONTADINI IN RIVOLTA SOTTO LE MURA DI CASTEL THUN

La riforma luterana conobbe una vasta diffusione a livello popolare, motivata soprattutto dalle affermazioni d’uguaglianza di tutti i cristiani. Notevole impulso ebbe, in particolare, l’espressione del malcontento della classe più povera, vessata dalla troppe tasse e dalle continue guerre.
Negli anni 1524 e 1525, nelle regioni germaniche, si assistette ad un vasto moto di riscossa contadina contro il servaggio feudale e le strutture del sistema EPSON scanner imagesociale. La rivolta dei contadini dilagò presto anche in Tirolo e il movimento di rivolta, guidato da Michael Gaismayr, partì da Bressanone all’inizio del maggio 1525 per diffondersi progressivamente in Trentino dove si configurò sostanzialmente  come una protesta sociale contro la povertà e contro l’avidità del clero. La “Guerra Rustica” attecchì soprattutto in Val di Fiemme, in Valsugana e nelle valli di Non e di Sole.

Le vicende che, in terra d’Anaunia, caratterizzarono la “Guerra Rustica” del 1525 saranno rievocate di sabato a settembre, negli spazi esterni di Castel Thun, dal Gruppo storico che fa capo all’Associazione culturale nonesa – ladina “Rezia”. Lo spettacolo è inserito nel programma della rassegna “SUGGESTIONI A CASTEL THUN”, organizzata dall’Assessorato alla Cultura della Provincia autonoma di Trento e dal “Museo Castello del Buonconsiglio – Monumenti e collezioni provinciali”.
Il Gruppo storico della “Guerra Rustica” è composto da attori filodrammatici e da figuranti che danno vita ai vari personaggi protagonisti della vicenda: il Principe Vescovo Bernardo Clesio, alcuni cortigiani, il giudice del Principato, ai quali si contrappone lo stuolo dei contadini in rivolta. La regia della rappresentazione è di Giulio Visintainer, le letture sono affidare al gruppo “Amici di parola”, il cantautore Maurizio Paternoster si occupa del commento musicale.
La rievocazione storica, alla quale il pubblico potrà assistere gratuitamente, avrà inizio alle ore 21,00.

Gruppo Arcieri Castel Thun – Feudo Darden

Tutto cominciò nell’ agosto del 2010… una festa in paese… la presenza degli Arcieri storici di Trento… il nostro paesano Cornelio Tarter vincitore di 5 edizioni del “Palio delle contrade” di Trento… il forte interesse di Claudio, Giancarlo, Bruno, Mattia… un gruppo di compaesani in costume storico al Palio delle contrade del 2010… il sostegno  dell’ Amministrazione comunale di Taio… l’ amore par il nostro paese e  per Castel Thun… un mix d’ingredienti che hanno dato il via ad un progetto condiviso: fondare il “Gruppo Arcieri Castel Thun – Feudo Darden“.

Un’Associazione culturale con un forte interesse per il tiro con l’arco storico nonchè  per la storia medioevale del tredicesimo e quattordicesimo secolo.

http://www.arciericastelthun.it/

Annunci